Movimento delle donne, Violenza di genere

2016

Il lato oscuro degli uomini. I centri per uomini maltrattanti in Italia. Aggiornamento Mappatura (terza ed.).

2015

PERCORSI DI FORMAZIONE per sostenere le operatrici volontarie che si occupano delle donne vittime della violenza di genere, Arezzo e Siena, settembre -ottobre 2015: partecipazione alla progettazione, alla organizzazione e alle docenze dei corsi organizzati dalla Provincia di Arezzo, dalla Provincia di Siena e dall’Università Bicocca di Milano. Il corso di Siena ha per titolo: Violenza di genere, Convenzione di Istanbul e L. 119/2013: impatti e trasformazioni di deontologie e pratiche professionali per assistenti sociali, avvocati/e e psicologi/ghe.

2014

IL LATO OSCURO DEGLI UOMINI, I Centri per uomini maltrattanti in Italia, aggiornamento mappatura.

2012-2013
UOMINI ABUSANTI. Prime esperienze di intervento e riflessione in Italia”, ricerca realizzata con il contributo del dipartimento delle Pari Opportunità.

DONNE PROTAGONISTE A NAPOLI. Un contributo alla ricostruzione del movimento delle donne dagli anni Settanta ad oggi. a cura di LeNove – studi e ricerche in collaborazione con Cooperativa sociale Dedalus, Cooperativa Sociale E.V.A. Studio Erresse, all’interno del Progetto “Casa Cultura delle Differenze” http://casaculturadifferenze.coopdedalus.org/

2006-2012
AMPLIAMENTO RETE NAZIONALE ANTIVIOLENZA, monitoraggio Reti territoriali e elaborazione dati 1522, all’interno della RTI composta da Le Onde Onlus (capofila), LeNove, Almaviva, assistenza tecnica Presidenza del Consiglio dei Ministri, Dipartimento Pari Opportunità.

INRETE- Istituzioni e Associazioni in rete contro la violenza alle donne, Partecipazione al Comitato di pilotaggio del Progetto, capofila Comune di Bologna, Presidenza del Consiglio dei Ministri, Dipartimento Pari Opportunità.

MuTAVi – Multimedia Tools Against Violence, Partecipazione Comitato scientifico e di pilotaggio del Progetto,  Università La Sapienza Roma, Imed, Devon & Cornwall Police Department England, Polizeidirektion Hannover Germany, Regione Lazio, Ministero degli Interni Italia. www.mutaviproject.eu

SICUREZZA E VIOLENZA ALLE DONNE: PROTOCOLLI ISTITUZIONALI E RETI LOCALI. Pratiche di prevenzione e contrasto alla violenza di genere in Emilia-Romagna, Progetto Città Sicure, Servizio politiche per la sicurezza e la polizia locale, Presidenza della Giunta, Regione Emilia-Romagna.

2008-2010
IN RETE CONTRO LA VIOLENZA. Ricostruire la fiducia. Azioni per prevenire e fermare la violenza contro le donne, Partecipazione al Comitato Scientifico del Progetto, capofila Comune di Modena, finanziato dalla Presidenza del Consiglio dei Ministri – Dipartimento per le Pari Opportunità.

2008-2009
DIADE, Rete territoriale per la prevenzione della violenza nelle relazioni di cura. Partecipazione al comitato scientifico del progetto, capofila Provincia di Reggio Emilia, finanziato dalla Presidenza del Consiglio dei Ministri – Dipartimento per le Pari Opportunità.

LA VIOLENZA CONTRO LE DONNE – Il panorama normativo internazionale, nazionale e regionale. Indagine per il progetto Città Sicure, Servizio politiche per la sicurezza e la polizia locale, Presidenza della Giunta, Regione Emilia-Romagna.

LA VIOLENZA CONTRO LE DONNE – strumenti di prevenzione e contrasto. Indagine per il progetto Città Sicure, Servizio politiche per la sicurezza e la polizia locale, Presidenza della Giunta, Regione Emilia-Romagna.

2006-2008
STUDIO TERRITORIALE NELLA REGIONE BASILICATA SUGLI INTERVENTI CONTRO LA VIOLENZA ALLE DONNE. RICERCA AZIONE. Presidenza del Consiglio – Dipartimento Pari Opportunità, con Associazione Le Onde e Telefono Donna.

2003-2005
V.eR.S.O. INTEGRAZIONE DI RETE. Programma Daphne, attività di consulenza, capofila Associazione Le Onde.

2003-2004
FARE RETE e AVVIO CENTRI ANTIVIOLENZA. DEFINIZIONE PROFILO OPERATRICI ACCOGLIENZA, POR Sicilia, attività di consulenza, capofila Associazione Le Onde.

LA VIOLENZA ASSISTITA, Programma Daphne, attività di consulenza, capofila Associazione Le Onde.(Palermo)

Lavoro professionale, “conciliazione”, pari opportunità/differenza di genere

2016

Agir contre les écarts de salaires femmes/Hommes (GPG): prende en compte le cas des aidantes informelles – Il progetto, gestito da un ampio partenariato europeo, mira a studiare l’impatto che il lavoro di cura svolto all’interno della famiglia, prevalentemente da parte delle donne lavoratrici, ha sulla loro progressione salariale e di carriera, ma anche dulle relazioni con colleghi e datore di lavoro.

Ge.Mai.Sa – Rafforzamento dell’integrazione delle donne nelle iniziative di sviluppo rurale e di sicurezza alimentare sostenibile – si prefigge di realizzare in alcuni paesi della riva sud del Mediterraneo (Egitto, Libano e Tunisia) delle azioni pilota per promuovere la partecipazione delle donne nei programmi di sviluppo rurale che mirano. Il Progetto è finanziato dalla D.G.C.S. – Direzione Generale per la Cooperazione allo Sviluppo e coordinato dallo I.A.M.B. – Istituto Agronomico Mediterraneo di Bari. In Tunisia LeNove è responsabile del coordinamento dell’Azione Pilota per l’empowerment economico delle donne rurali del territorio di Zarzis.

2014-2015
Programma di interventi per l’Accordo Territoriale di Genere. P.O.R. CAMPANIA FSE 2007-2013.ASSE II OCCUPABILITÀ. Obiettivo Specifico f) Migliorare l’accesso delle donne all’occupazione e ridurre le disparità di genere. Intervento presso il centro commerciale “Campania” (Caserta). In partenariato con Cooperativa Sociale E.V.A., ASL C1, ASL CE, CGIL, CLAI. Attività in corso.

2009-2010
Partecipazione al gruppo di lavoro per elaborazione testo “Le donne cambiano il lavoro. Programma per l’occupazione femminile nella Regione Lazio” e Conferenza regionale sul lavoro, Coordinamento tavola rotonda “Nuovi modelli di organizzazione del lavoro: come le donne cambiano il lavoro e come si investe in qualità”.

Il ruolo della formazione continua: un contributo per superare le criticità nelle politiche aziendali di pari opportunità – (dalle) Buone prassi a (alcuni) orientamenti di lavoro – committente Fondo PMI.

2008-2009
A.M.I.C.A. Azioni per il miglioramento delle condizioni di vita delle donne. Progetto realizzato per la Provincia di Roma, con Imed e Cgil Roma Sud.

2006-2008
DIFFERENZIALI SALARIALI DI GENERE E SISTEMI ORGANIZZATIVI. Ricerca affidata da Isfol. I parte e II parte: Studi e indagini qualitative sul campo.

2007-2008
BOLLINO ROSA-S.O.N.O. progetto sperimentale del Ministero del Lavoro per un sistema di certificazione della parità di genere nei contesti lavorativi. Partecipazione al progetto in qualità di esperte

MATERNITÀ, PATERNITÀ, LAVORO: UNA CONCILIAZIONE POSSIBILE, in partnership con Formafuturo, Provincia di Parma, FSE – Regione Emilia-Romagna.

2005-2007
DONNE, TECNOLOGIE ICT E VITA QUOTIDIANA, Programma Equal “TecnèDonna – Donne nelle tecnologie e tecnologie delle donne”  Misura 4.2, partner di progetto, capofila Associazione Orlando.

V.I.O.L.A, Conciliazione, occupazione femminile, politiche temporali, partner di progetto, capofila Eurema, POR ob. 3 – Misura E, Provincia di Firenze.

2005-2006
CONCILIAZIONE , OCCUPAZIONE FEMMINILE E POLITICHE TEMPORALI, Ricerca per la Provincia di Firenze, partner di progetto, capofila Eurema.

2004-2005
PERCORSI CASA –LAVORO DELLE E DEI DIPENDENTI DEL COMUNE DI REGGIO EMILIA: UN PROBLEMA DI CONCILIAZIONE,  POR E.R. Ob. 3 – Misura E, FSE, Regione Emilia-Romagna.

TRAPEZIO, Conciliazione tra tempi di vita e di lavoro, capofila Eurobic Toscana, P.O.R ob. 3, asse E, FSE, Provincia di Siena.

2003-2004
GIOCO DI SQUADRA. Progetto per la sensibilizzazione sui temi della conciliazione e la condivisione dei lavori di cura, Partner di progetto, capofila società Efeso, FSE, asse E, Regione Emilia-Romagna.

DONNE CAPACITÀ DIRITTI. ESCLUSIONE SOCIALE E LAVORO DI CURA. Partner nel progetto transnazionale, capofila Efeso, FSE, asse E, Regione Emilia-Romagna.

2001-2003
LA RETE IN COMUNE. Costruzione di politiche di conciliazione nel territorio di Forlì, realizzazione operativa di progetto, capofila società Efeso, asse E, FSE, Regione Emilia-Romagna.

2002-2003
DiVa. Differenze da valorizzare, discriminazioni da eliminare, progetto relativo ai differenziali salariali in ottica di genere, Regione Emilia-Romagna, partner di progetto, capofila Ecap Emilia-Romagna.

2001-2002
TERZO SETTORE E LAVORI ATIPICI, ricerca per i IRES-CGIL Emilia-Romagna.

PRATICHE-Buone prassi e strumenti informativi in un’ottica di genere nei Servizi per l’Impiego, Progetto per la Provincia di Reggio Emilia, ob.3 C1, FSE, Regione Emilia-Romagna.

TETTO DI CRISTALLO . Carriere femminili e pratiche di relazioni nella Pubblica Amministrazione, ricerca per conto della Provincia di Modena e Modena Formazione.

MY TIME IS MY OWN. Impiego del tempo, partecipazione e coesione sociale, partner nello studio europeo sulle politiche temporali urbane in Italia, Francia, Spagna, Germania, ricerca per conto di CESRE, Reggio Emilia.

TEMPODONNA. Piano dei tempi della città di Piacenza: progettazione, ricerca e sperimentazione, per conto di IAL Emilia-Romagna, FSE asse E, Regione Emilia-Romagna.

2000
MODELLI DI CONCILIAZIONE FRA LAVORO E VITA FAMILIARE NELLE MICRO E PICCOLE IMPRESE: un confronto fra Italia, Spagna, Francia, Germania, studio per la Commissione della Comunità Europea, IV Programma di azione a medio termine per le Pari opportunità per donne e uomini (1996-2000), Bruxelles, Direzione Generale per l’occupazione e gli affari sociali.

Diritti di cittadinanza, percorsi migratori

 

Les écoles pour l’égalité de genre. Lutte contre les discriminations envers les femmes et pour une société du bien-être féminin et masculin, on contract in the Project held by Amnesty International Maroc.

2005-2007

DIMMI. DONNE IMMIGRATE FRA LAVORO PROFESSIONALE E VITA PRIVATA. Regione Campania, iniziativa Comunitaria Equal. Partner di progetto, capofila Coop Dedalus

2003-2005
CITIZENSHIP AND NEW INCLUSION Collaborazione alla gestione e consulenza scientifica al progetto transnazionale. Capofila Comune di Forlì.

L’INTERRUZIONE VOLONTARIA DI GRAVIDANZA DELLE DONNE STRANIERE NELLA PROVINCIA DI REGGIO EMILIA. Indagine commissionata dalla Provincia e dalla Ausl di Reggio Emilia.

DONNE CAPACITÀ DIRITTI. ESCLUSIONE SOCIALE E LAVORO DI CURA. Partner nel progetto transnazionale, capofila Efeso, FSE, Regione Emilia-Romagna.

PROGETTO “DEBURO”-Valutare l’impatto della adozione della procedura di semplificazione dei percorsi di cura per il cittadino. Ricerca per l’Azienda sanitaria locale di Reggio Emilia.

2000
SICUREZZA E INSICUREZZA URBANA NELL’ESPERIENZA MIGRATORIA: PERCEZIONI, VISSUTI, GIUDIZI DI DONNE E UOMINI MIGRANTI, ricerca per la Commissione per le politiche di integrazione, Dipartimento degli Affari sociali-Presidenza del Consiglio dei Ministri.

CITTADINE IN EUROPA. BUONE PRASSI NELLE AMMINISTRAZIONI LOCALI, consulenza scientifica e realizzazione della ricerca per il progetto transnazionale “Buone pratiche nelle amministrazioni pubbliche territoriali”, Regione Emilia-Romagna e Comune di Forlì, FSE.